BUGATTI BOLIDE: UN CONCEPT RADICALE

Un progetto con motore W16 combinato ad una carrozzeria essenziale per accelerazioni record fino a 500 km/h.

Bugatti Bolide su pista

Bugatti si è recentemente specializzata nelle hypercar. L’ultimo modello è una risposta al primato della Tuatara, un esercizio di potenza pensato per essere all’altezza della sfida lanciata dal presidente Stephan Winkelmann che ha richiesto ai tecnici di superare i limiti, andando oltre la Chiron Super Sport 300+ e la Voiture Noire.

Bugatti Bolide vista laterale

Il marchio francese promuove una costante ricerca nell’innovazione e la Bolide  “X-periment” promette prestazioni estreme, come testimonia il rapporto peso/potenza di soli 0,67 kg grazie alla combinazione del più performante motore W16 (simbolo della casa), alimentato con carburante racing a 110 ottani, capace di 1.850 CV e 1.850 Nm. Lunga 4,756 mm per una larghezza di 1,998 mm, la Bolide ha un’altezza di 995 mm per 1.240 kg.

Bugatti Bolide trasmissione

In 8 mesi si è creata una vettura partendo dal W16 della Chiron a trazione integrale lavorando su ogni componente. Al quadriturbo si sono aumentati i giri ottimizzando il raffreddamento e la lubrificazione oltre a ridurre all’essenziale i carichi per arrivare al peso della carrozzeria paragonabile a quella di un’utilitaria.

Bugatti Bolide design funzionale

Il design è funzionale. La monoscocca è realizzata in carbonio ed è stata sviluppata attorno alla trasmissione, l’acciaio aeronautico offre resistenza unitamente ai collegamenti meccanici in titanio e ad altri elementi ottenuti con stampanti 3D.

Bugatti Bolide prese d'aria frontali

I tratti tipici di Bugatti sono riconoscibili dalla griglia frontale per un’immagine che ricorda la Divo. Nell’insieme spiccano le aperture nel cofano e sul tetto in grado di dirigere i flussi d’aria in modo d’aumentare l’aerodinamica. D’effetto i quattro scarichi disposti a quadrato che con i LED disegnano una X, un richiamo al jet Bell X-1 pilotato da Charles “Chuck” Yeager che fu il primo superare la barriera del suono a Mach 1.06, nel 1947.

LED a X Bugatti Bolide

La configurazione soddisfa i rigorosi standard imposti dalla FIA garantendo maneggevolezza ed agilità mentre il carattere ultra sportivo è sottolineato dal sedile del pilota dalla forma avvolgente.

Bugatti Bolide sedile pilota

Come in Formula 1, la Bolide frena con dischi in carbo-ceramica. Le simulazioni delle accelerazioni dimostrano il potenziale con 0 – 100 km/h in 2.17 secondi, 0 – 300 km/h in 7.37 s e 0 – 500 km/h in 20.16 s, 0 – 500 – 0 km/h in 33.62 s.

Le sospensioni anteriori sono push-rod ed i pneumatici sono Michelin racing slick, 30/60 R18 anteriori e 37/71 R18 posteriori, con cerchi customizzati OZ da 18 pollici in magnesio.

Frank Götzke, ingegnere con un ruolo cruciale per la Veyron 16.4 e per la Chiron, ha dichiarato che in termini di tecnologie ed organizzazione, la Bolide è uno dei progetti più ambiziosi della sua carriera.

La Bolide sarà realizzata per battere la Tuatara? E LamborghiniPaganiPorsche come risponderanno? Stay tuned…

RIPRODUZIONE RISERVATA – © 2020 SHOWTECHIES

Immagini/Rendering: BUGATTI

46010 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *