DESIGN OF THE YEAR 2015: I FINALISTI

Innovazione e stile nei progetti candidati al premio per il Miglior Design dell’Anno 2015.

Il Design Museum di Londra, inaugurato da Terence Conran nel 1989, è una collezione permanente di oggetti che si sono distinti per l’originalità come la Vespa di Corradino d’Ascanio, le sedie di Philippe Starck, le lampade di Achille Castiglioni.

Da otto anni il Museo promuove il premio “Design of the Year” per celebrare le realizzazioni che favoriscono il cambiamento, facilitano l’accessibilità, estendono la pratica o catturano lo spirito dell’anno.

Vi presentiamo una selezione dei 76 finalisti suddivisi dalla giuria in sei categorie: ArchitetturaDigitaleModaGraficaProdotti e Trasporti.

Design of the Year 2015 - Markthal Rotterdam

Nella sezione Architettura colpisce la spettacolarità del Markthal di Rotterdam che rinnova totalmente l’aspetto di un mercato come simbolo di apertura allo scambio di sapori e gusti.

One Central Park di Jean Nouvel

L’atelier francese Jean Nouvel ha proposto i grattacieli residenziali “One Central Park” che sfidano la gravità con dei giardini verticali sospesi sviluppati con il contributo dell’artista e botanico Patrick Blanc che ha anche ricoperto parte delle facciate con alberi e rampicanti decorativi.

Ocean Clean Up di Erwin Zwart con Boyan Slat e Jan De Sonneville

Il mondo Digitale offre una variegata creatività, fra cui: l’installazione interattiva di Asif Khan per le Olimpiadi invernali di Sochi (vedi articolo Cheese: sei su un palazzo), un lampione che gioca con le ombre, un set di strumenti per la misurazione di prototipazioni 3d, una mappa per la storia delle migrazioni, degli arredi urbani digitalizzati per fornire indicazioni ai pedoni, un sistema per ripulire gli oceani dalla plastica.

D-Air-Bag-Street di Vittorio Cafaggi per Dainese

Nella categoria Fashion si distingue la collezione di Fausto Puglisi AW 14/15 per il look grafico, mentre il D-Air-Bag-Street di Vittorio Cafaggi, per Dainese, è inserito nella sezione dedicata ai Trasporti insieme alla BMW i8 disegnata da Adrian Van Hooydonk ed alle ruote Loopwheels adatte ad assorbire gli scossoni del terreno.

BMW i8 e LoopWheels

La Grafica candida la banconota norvegese da 100 corone, una raccolta di 26 immagini fashion in Kenzopedia, il digital branding del MIT Media Lab, il libro a rilievo senza inchiostro di Irma Boom per No.5 Culture Chanel.

Grafica del biglietto da 100 corone norvegesi

I Prodotti si differenziano per funzionalità e stravaganza. Si va dalla tastiera per iPad al tavolo che ricarica telefoni e computer grazie a delle fotocellule usate come ripiano orizzontale, senza dimenticare il sorprendente Moocall per gli allevatori 2.0.

Moocall per allevatori 2.0

Il dispositivo si fissa alla coda di una mucca gravida ed il sensore invia un messaggio su cellulare quando registra iperattività pre-parto.

Pannello purificatore

Fra le innovazioni più utili il pannello pubblicitario purificatore realizzato dal Politecnico del Perù che attrae l’inquinamento atmosferico e restituisce l’aria filtrata ripulendo 100.000 metri cubi al giorno, come farebbero 1200 alberi adulti.

RIPRODUZIONE RISERVATA  © SHOWTECHIES

Foto di: DESIGN MUSEUM LONDON

2951 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *