GINEVRA: BRITISH GLAMOUR

Linee avveniristiche e retrò per i marchi inglesi che rinnovano la tradizione per proporre modelli dal design raffinato.

LAGONDA All-Terrain Concept a Ginevra 2019

Al Salone di Ginevra 2019, inglesi ed italiani hanno riportato l’interesse sull’ideale estetico della progettazione, inserendo innovazioni high-tech per rendere attuale il linguaggio evidenziando, nello stesso tempo, il debito culturale verso il passato.

Aston Martin ha presentato la Lagonda All-Terrain Concept, un veicolo di lusso a zero emissioni la cui produzione inizierà nel 2022 a St. Athan, nel Galles. La Vision Concept del 2018 s’ispirava al Concorde, mentre la nuova versione ha punti in comune con il mondo dei super yacht.

Esternamente il modello ha un profilo muscoloso, telecamere al posto degli specchi retrovisori ed è privo delle maniglie alle portiere. Grande attenzione all’illuminazione con una fascia posteriore che nasconde la fonte dei fari LED proiettati verso il basso e poi riflessi, un tocco di fascino funzionale che valorizza il light-design nell’automotive.

Marek Reichman, Aston Martin EVP e Chief Creative Officer, ha rimarcato il ruolo della tecnologia per esaltare la personalità insieme ai materiali. L’interior design si focalizza sull’accoglienza esclusiva con inserti in cachemire ed una strumentazione user friendly. Dato che l’Aston Martin è l’auto di James Bond non manca il gadget a sorpresa della chiave flottante grazie ad elettromagneti.

Aston Martin Lagonda Concept chiave flottante

(c) Aston Martin Lagonda

Le proporzioni sono spaziose e derivano dal pianale dove sono stoccate le batterie. I passeggeri potranno ammirare il panorama con la facoltà di ruotare i sedili anteriori per creare un ambiente confortevole in occasione dei momenti di guida autonoma. La Lagonda All-Terrain Concept è pensata per il viaggio e nella presentazione alla stampa è stata descritta come adatta anche ai terreni impervi, dai paesaggi scozzesi alle rocce di Marte, a sottolineare robustezza e proiezione nel futuro.

Andy Palmer con LAGONDA All-Terrain Concept a Ginevra 2019

Andy Palmer, Presidente di Aston Martin Lagonda, ha dichiarato che il veicolo trasmette un eccitante senso di avventura, ideale per arrivare ad eventi con il tappeto rosso. Lagonda mostra le opportunità dell’azienda di espandersi nella tecnologia e nel design con ampi margini di evoluzione.

David Brown Mini Remastered

David Brown Automotive ha portato a Ginevra due Speedback GT e tre esemplari unici della Mini Remastered, un autentico successo ricercato da collezionisti e nostalgici degli anni ’60.

Davide Brown

(c) David Brown Automotive

Il fondatore dell’omonima società inglese è un cultore delle forme pure. In occasione di un’intervista, ha raccontato che il padre ingegnere sostenesse che la Mini originale era una delle migliori vetture al mondo come meccanica, ma una delle peggiori negli allestimenti. A distanza di anni, Brown ha quindi tributato alla piccola della British Motor Corporation la qualità che meritava portandola ad un livello degno dei top brand.

Mini Remastered David Brown

Ogni Mini Remastered ha richiesto oltre 1.000 ore di lavoro che partono con l’acquisizione di un’originale Mini classica di cui si conserva il Numero d’Identificazione (VIN). La “donatrice” è poi totalmente trasformata e verniciata con un trattamento anticorrosione E-coat applicato in modo meticoloso in quattro settimane per assicurare una protezione duratura delle componenti strutturali. Cromature, sedili in pelle, inserti in Alcántara, portabicchieri in alluminio, illuminazione LED, infotainment accessibile da un touchscreen 7″ con connessioni Bluetooth®, Apple CarPlay® ed Android Auto® con porte USB.

Si dice che un cliente abbia comperato una Mini Remastered per esporla nel salotto della propria abitazione. Gente che può visti i prezzi che nella versione base vanno da 75.000 sterline per arrivare a 100.000 £. Attenzione però che fra le dotazioni non abbiamo trovato né ABS, né airbag, nonostante le performance siano aumentate di circa il 30% rispetto alla vecchia edizione.

Eadon Green Black Cuillin

Girando per gli stand, si rimane colpiti dalla Eadon Green, una società creata dall’ingegnere Felix Eaton che realizza esemplari esclusivi con numerose personalizzazioni. La sua passione nasce nel 2013 quando è conquistato da una convertibile guidata dal capitano Hastings in un episodio televisivo di Poirot.

Il modello si rivela essere un’Alfa Romeo 8C 2900 dal valore di qualche milione di euro. Inarrivabile per Eaton che decide di disegnare vetture ispirate a linee retrò. A Ginevra sono esposte: la Zeclat elaborata su Chevrolet Corvette C7, la Zanturi e la Black Cuillin. Le prime due hanno parti estremizzate, ma la Black Cuillin continua a suscitare interesse, pur essendo uscita nel 2017, grazie all’indovinata rivisitazione di un classico abbinato ad un motore V12 aspirato in grado di accelerare da 0 a 60 miglia all’ora in 5,4 secondi.

Twisted Land Rover Defender

Gli inglesi amano i pic-nic. La Twisted Land Rover Defender propone un allestimento con moduli in legno che includono due cassetti, una parte inferiore dove inserire oggetti ingombranti ed un ripiano da utilizzare come tavolo o come base per un divanetto imbottito stile camper.

Stay tuned!

RIPRODUZIONE RISERVATA – © SHOWTECHIES Simona Braga Vietata la riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta

Fotografie e Video:  Simona Braga – Il materiale è coperto da Copyright. E’ vietata la riproduzione senza autorizzazione scritta. Le immagini in alta risoluzione possono essere richieste alla redazione.

17077 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *