HUBO TEDOFORO-BOT A PYEONGCHANG 2018

La fiaccola delle prossime Olimpiadi invernali è stata portata da un robot umanoide che dimostra l’avanzato livello tecnologico della Corea del Sud.

hubo porta fiaccola PyeongChang 2018

Dal 9 febbraio al 25 febbraio 2018, a Pyeongchang nella regione nord-orientale della Corea del Sud, si svolgeranno i XXIII Giochi paralimpici invernali. In un periodo delicato, il paese si prepara ad accogliere circa 3.000 atleti provenienti da 94 / 95 nazioni, numero che può variare per motivi politici.

Le Olimpiadi sono una vetrina mondiale per far conoscere il territorio e le risorse, così come è stato per Torino 2006.  Il presidente del Comitato organizzatore LEE Hee-beom ha sottolineato l’importanza del settore ICT (Information and Communications Technology) presenziando una giornata dedicata a celebrare l’innovazione e la creatività della Corea del Sud.

Uno dei momenti più iconici è la fiaccola olimpica che per tradizione attraversa la nazione ospitante coinvolgendo gli abitanti. Lunedì 11 dicembre 2017 nel distretto di Daejeon, un robot umanoide soprannominato HUBO ha portato la torcia dopo averla ricevuta dalle mani dal Dottor Dennis Hong.

Professor Dennis Hong UCLA

Hong è professore all’Università della California di Los Angeles (UCLA) ed è considerato un pioniere nella robotica con numerose onorificenze accademiche. Direttore del RoMeLa (Robotics and Mechanisms Laboratory) è specializzato in umanoidi e robot bipedi, veicoli autonomi, cinematica e machine design.

Il Dr Hong ha trasportato la fiaccola in una macchina guidata da un altro robot per poi consegnarla a HUBO. Il bot ha percorso 150 metri piegandosi sulle ginocchia dotate di cingoli. Alla fine del suo tratto si è trovato un ostacolo collocato per simulare una situazione di emergenza. Il robot ha adoperato uno strumento affilato per superare la barriera ed ha passato il testimone al professore OH Jun-ho, uno degli scienziati che l’ha creato.

Hubo con professore OH Jun-ho

HUBO nasce nel 2005 nell’ambito di un progetto del Korea Advanced Institute of Science and Technology (KAIST) con sede a Daejeon.  La città della scienza coreana ospita diversi centri di ricerca e sviluppo con un ruolo fondamentale nell’industrializzazione del paese dove gli universitari ricevono un’istruzione di alto livello.

Jung Jae Lee

Alla cerimonia ha partecipato anche il robot FX-2 in grado di trasportare persone ed a guidarlo è stata una delle studentesse dell’ICT “Dream Tree”, Jung Jae Lee vincitrice del Samsung Junior Software Cup.

RIPRODUZIONE RISERVATA – ©2017 SHOWTECHIES

Foto di: KAIST HUBO LAB – PYEONGCHANG 2018 – UCLA

12563 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *