IL LOUVRE SBARCA A CALAIS

Il consorzio guidato dall’architetto inglese Richard Rogers si è aggiudicato la costruzione del polo conservativo del Louvre a Liévin, nella regione francese del Pas-de-Calais.

Il nuovo deposito ospiterà oltre 250.000 oggetti attualmente sparsi in 60 diverse location e sorgerà a circa 200 km a nord di Parigi, vicino al distaccamento espositivo del Louvre-Lens aperto nel 2012. Le principali caratteristiche del fabbricato sono un’ecologia high-tech, vasti spazi luminosi ed un tetto pendente interamente ricoperto dalla vegetazione per proteggere dalle inondazioni ed integrare l’installazione nel paesaggio.

Vista nuova sede Louvre Liévin

Il palazzo emerge nel panorama come le roccaforti di Vauban, celebre per aver realizzato alcune delle più strategiche fortezze nella Francia del XVII secolo, con una struttura di contenimento che nello stesso tempo è un ideale proseguimento di un sentiero nel verde. La schematicità dell’impianto definisce e collega i vari ambienti creando volumi che permettono grande flessibilità nella gestione con la possibilità di future espansioni.

Tetto pendente ed arcate

Il lato ovest mostrerà le occupazioni degli studiosi attraverso una larga finestra mentre le collezioni rimarranno protette all’interno dell’edificio. Un giardino offrirà relax al personale con una zona connessa tramite assi logistici che uniscono le aree di stoccaggio e di movimentazione. Queste ampie vie di comunicazione sono il punto cruciale di un luogo che è stato pensato anche per accogliere eventi temporanei.

Illuminazione e passaggi

Jean-Luc Martinez, presidente e direttore del Museo del Louvre, ha dichiarato: “Il progetto è stato scelto per le soluzioni innovative in termini di sviluppo sostenibile predisposte con le specifiche necessità di preservare i beni per renderli facilmente accessibili ai ricercatori. L’elevata massa termica assicura condizioni climatiche stabili e postazioni adatte al lavoro sulle opere d’arte.”

Luminosi spazi di lavoro

Il consorzio che ha fatto capo a Rogers Stirk Harbour + Partners comprende la società francese Mutabilis Paysage per il disegno del paesaggio, Egis Bâtiments Nord per la consulenza tecnica, Inddigo e VPEAS. L’architetto Richard Rogers, nato a Firenze nel 1933, è famoso per lo stile funzionale e fra le sue opere troviamo: il Centre Pompidou a Parigi insieme a Renzo Piano, il terminal 4 dell’aeroporto Barajas di Madrid, il Palazzo dei Lloyd’s, il Millennium Dome ed il terminal 5 di Heathrow a Londra. Sempre nella capitale inglese ha recentemente ultimato la risistemazione conservativa del British Museum. Fra le numerose onorificenze, nel 2007 ha ricevuto l’ambito premio Pritzker, considerato come il Nobel per l’architettura.

Zone relax nel verde

I lavori si avvieranno nel 2017 con la consegna prevista a fine 2018. Il budget ammonta a 60 milioni di euro finanziati per il 51% dal Louvre e per il 49% dal Consiglio Regionale Nord-Pas de Calais. L’area interessata è di 40.000 m2, di cui 20.000 m2 destinati alla nuova costruzione occupata per metà da spazi per la custodia di preziosi capolavori.

RIPRODUZIONE RISERVATA – © SHOWTECHIES – Simona Braga

Foto di:  ROGERS STIRK HARBOUR + PARTNERS – MUTABILIS PAYSAGE – MUSEO DEL LOUVRE

3755 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *