IL RED CARPET DEL LONDON FILM FESTIVAL

 

Benedict Cumberbatch, Keira Knightley, Brad Pitt sono fra gli ospiti più attesi nella capitale inglese.

Ieri sera, mercoledì 8 ottobre, “The Imitation Game – L’Enigma di un Genio” ha ufficialmente aperto la 58ma edizione del BFI London Film Festival che si svolge a Londra fino al 19 ottobre. Dodici giorni fitti di proiezioni con 248 titoli rappresentati da 170 registi ed oltre 120 attori, 148 short e 190 film-maker, fra cui molti emergenti.

Sotto una fastidiosa pioggia, la folla si è accalcata lungo le transenne per vedere Benedict Cumberbatch e Keira Knightley interpreti del film che racconta la straordinaria vita di Alan Turing, matematico e crittologo, ideatore di una macchina che permise agli inglesi di decriptare il codice Enigma usato dai tedeschi. Nonostante questo importante contributo alla causa degli alleati, nel 1952 Turing fu accusato di omosessualità e costretto alla castrazione chimica. Umiliato dall’autorità per la quale continuava a lavorare, si suicidò con una mela avvelenata al cianuro di potassio. Sadie Plant ha avanzato l’ipotesi che il logo della Apple fosse un omaggio a Turing, ma l’azienda non ha né smentito, né confermato.

 Cumberbatchin Alan Turing

The Imitation Game – Cumberbatch

Turing è considerato l’inventore dell’informatica e dell’intelligenza artificiale. La sua riabilitazione è stata chiesta da un gruppo di scienziati autorevoli, fra cui Stephen Hawking che hanno inviato una lettera al Primo Ministro David Cameron sollecitando la grazia postuma concessa dalla Regina Elisabetta il 24 dicembre 2013. In quel periodo si terminava di girare l’adattamento cinematografico della biografia scritta da Andrew Hodges. presentato in anteprima mondiale al Festival di Toronto dove il pubblico l’ha votato come miglior film.

Cumberbatch e Knightley in The Imitation Game

The Imitation Game

Durante la conferenza stampa, Cumberbatch ha sottolineato la differenza fra Turing ed il detective di Baker Street: “Non è Sherlock Holmes in tweed e non va in giro con i riccioli desideroso di dimostrare com’è brillante. E’ molto stoico, determinato e decisamente eroico.”

La storia vera è spunto di una sceneggiatura intrigante e Cumberbatch è così convincente che si parla già di Oscar. Da vedere quando uscirà nelle sale italiane.

Kate Winslet in A Little Chaos

A Little Chaos – Kate Winslet

Fra i protagonisti di “A Little Chaos” troviamo Kate Winslet nei panni di Sabine De Barra, architetto paesaggista che porta una ventata di disordine nella progettazione dei giardini di Versailles dove lavora il famoso André Le Nôtre. Sabine dovrà affrontare gli intrighi che circondano il sovrano Luigi XIV, interpretato da Alan Rickman che firma anche la regia, mentre il copione è della debuttante Alison Deegan che tratteggia con sensibilità i rapporti fra le varie donne di corte. In Italia sarà distribuito nel 2015.

Timothy Spall in Mr Turner

Mr Turner – T.Spall

Il Gala del Festival comprende Mr Turner in cui il regista Mike Leigh narra la maturità di un genio della luce nella pittura: J.M.W.Turner, un azzeccatissimo Timothy Spall premiato come miglior attore a Cannes 2014.

Nella sezione Sonic, dedicata ad opere ispirate dalla musica, si distingue Biophilia, il progetto di Björk che non è un semplice concerto, ma un vero e proprio spettacolo, ripreso all’Alexandra Palace nel 2013. dove l’artista esplora le connessioni multimediali fra musicanatura e tecnologia. 

Oltre al live, Biophilia include 10 nuovi brani composti parzialmente su iPad e rilasciati come app, workshop per bambini ed un sito interattivo.

Edward Snowdon in Citizenfour

Citizenfour – Edward Snowdon

Nei Documentari, la film-maker Laura Poitras mostra l’incontro svoltosi ad Hong Kong con un giovane uomo custode di pericolosi segreti: Edward SnowdonCitizenfour è il racconto-intervista che permette agli spettatori di scoprire la personalità di colui che ha destabilizzato il sistema di sicurezza di molti stati rendendo note informazioni riservate.

Brad Pitt in Fury

Fury – Brad Pitt

A chiudere l’evento londinese, domenica 19 ottobre, sul red carpet dell’Odeon a Leicester Square salirà Brad Pitt, forse in compagnia della moglie Angelina Jolie. L’attore è il sergente Wardaddy in Fury, la storia di un carro armato e del suo equipaggio di 5 uomini votati ad una missione impossibile oltre le linee nemiche. Nel film recita anche Scott Eastwood, figlio del mitico ClintLa data di uscita prevista in Italia è il 13 novembre.

RIPRODUZIONE RISERVATA © SHOWTECHIES

Foto: Press release London Film Festival

4329 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *