ITALDESIGN DUERTA E POP.UP NEXT

Il marchio italiano celebra 50 anni con modelli dove il design si combina alla sviluppo di prodotti pronti alle sfide del futuro.

Italdesign Duerta

Il 13 febbraio 1968, Giorgetto Giugiaro ed Aldo Mantovani fondano Italdesign e nel 1969, in soli tre mesi, preparano la Bizzarrini Manta da esporre al Salone di Torino. Due anni dopo firmano l’Alfa Romeo Alfasud un successo da oltre un milione di unità vendute.

Italdesign Pop.Up-Next

Al Motor Show di Ginevra, fino al 18 marzo, l’azienda conferma la propensione all’innovazione con la Zerouno Duerta e Pop.Up Next. Nello stand incontriamo Filippo Perini, responsabile del Design che ci parla delle principali novità introdotte nella Duerta.

Filippo Perini capo-designer ItalDesign

Duerta vuol dire “aperta” in torinese ed è un omaggio al territorio. E’ il secondo capitolo della storia ZeroUno dopo le 5 vetture, costruite e tutte vendute, della versione coupé. Anche per questo modello sono previsti 5 esemplari che permettono di mostrare le capacità di ItalDesign come società di servizi con dipartimenti altamente specializzati. Spesso collaboriamo con case automobilistiche e non possiamo esibire quello a cui ci dedichiamo. Duerta invece è una sorta di dimostratore tecnologico interamente disegnato ed ingegnerizzato nella sede di Moncalieri, alle porte di Torino.

Duerta alettone posteriore

L’automobile è ispirata al mondo delle competizioni ed incorpora soluzioni estetiche che derivano dalla funzionalità, ma tutto è omogeneo ed estremamente aggressivo. La parte superiore richiama lo stile tipico della GT italiana, mentre dalla linea di cintura in giù il disegno si adegua alle necessità sportive, ad esempio sul frontale non ci sono paraurti, ma sovrapposizione di ali per sviluppare il maggior carico aerodinamico possibile.

Particolare posteriore Duerta

Questo tipo di auto è amato da un pubblico di collezionisti. Italdesign confeziona il modello sulle richieste del cliente con una serie di dettagli e particolari unici. Nello stand di Ginevra si apprezza l’eleganza del colore che abbiamo appositamente formulato e che prenderà il nome del proprietario in esclusiva, senza essere più impiegato per altri prodotti.”

Plancia ed Interni Duerta

La Duerta misura 4.847 mm di lunghezza, 1.970 mm di larghezza e 1.204 mm di altezza. La fibra di carbonio ottimizza il peso, mentre il motore V10 da 5.2 litri raggiunge la velocità di 320 km/h.

Particolare propeller Pop.Up Next Italdesign

Pop.Up Next anticipa i velivoli per la mobilità del futuro abbinando una vettura elettrica a due posti ad un drone in grado di sollevarsi nel traffico cittadino. Dopo il debutto al Motor Show ginevrino dello scorso anno, si notano le migliorie apportate dal know-how congiunto di AudiAirbus ed Italdesign.

Paola Pisano a bordo Pop.Up-Next Italdesign

Alla presentazione ufficiale della nuova versione hanno assistito Andrea Levy, presidente di Parco Valentino e Paola Pisano, direttore del Centro d’Innovazione tecnologica multidisciplinare dell’Università di Torino (ICxT) ed assessore all’Innovazione nel capoluogo piemontese, alla quale è stato mostrato come comandare i sistemi attraverso la speciale app dedicata al controllo del mezzo

Sulla nostra pagina Facebook e su YouTube trovate il video con le vetture del Salone di Ginevra.

RIPRODUZIONE RISERVATA – ©2018 SHOWTECHIES – Simona Braga

Foto e Video: Simona Braga per ShowTechies – Vietata la riproduzione.

 

6048 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *