L’AI NEL WHISKY

La distilleria svedese Mackmyra ha annunciato la creazione del primo whisky sviluppato con l’aiuto dell’Intelligenza Artificiale che sarà disponibile a partire dall’autunno del 2019.

Mackmyra IA Whisky

Fondata da 8 amici nel 1999, Mackmyra Whisky si è rapidamente imposta nel mercato degli intenditori dei distillati alcolici, aqua vitae per i latini, uisce in gaelico da cui è derivata la parola whisky o whiskey.

Parte di questo successo è merito della master blender, Angela d’Orazio nominata Ambassador e Whisky Legend negli speciali Awards di Londra. In un ambiente selettivo, sinonimo di tradizioni radicate e snobismi campanilistici, com’è possibile diffondere un prodotto frutto di un apprendimento automatico, noto come machine learning?

Angela d'Orazio master blender

La sfida è stata raccolta con la voglia di sperimentare che distingue gli imprenditori svedesi e gli appassionati potranno presto assaggiare il risultato della partnership tecnologica che ha visto coinvolti la finlandese Fourkind e Microsoft.

Il carattere di un whisky nasce dai differenti elementi che lo compongono e dagli aromi incorporati negli anni di maturazione, minimo tre, in botti di legno da cui traggono profumi e sapori anche dei vini precedentemente conservati.

Distilleria Mackmyra

La D’Orazio ha spiegato come l’Intelligenza Artificiale rientri nello sviluppo digitale in modo complementare all’abilità artigianale per produrre un distillato di alta qualità. Per la Master Blender, il whisky si avvicina maggiormente all’arte che all’ingegneria con un elevato numero di combinazioni disponibili che lo rendono più complesso rispetto alla birra. L’AI è stata usata per aumentare ed automatizzare il processo creativo.

I modelli della distilleria AI sono stati elaborati dalla piattaforma di cloud computing Azure di Microsoft su ricette preesistenti di Mackmyra unitamente ai dati di vendita ed alle preferenze dei consumatori. L’insieme delle informazioni ha permesso all’AI di generare oltre 70 milioni di ricette con la predizione della più popolare, tenendo conto della qualità, in base al tipo di botti in magazzino.

L’algoritmo ha preso in considerazione abbinamenti innovativi che sarebbero stati, probabilmente, scartati a priori secondo logica umana per poi dare alla luce la combinazione perfetta di colore giallo ambrato, fruttata con note di limone, pere, caramello, vaniglia, erbe con punte di fumo ed aromi di foglie di tabacco

Jarno Kartela, di Fourkind, ha dichiarato come questi elaborati di AI sono destinati a cambiare l’industria prevedendo ricette per bevandeprofumi, dolci, ma anche il design di vari prodotti, come le popolari sneaker, conservando lo stile del brand originale con l’aggiunta di nuovi elementi.

RIPRODUZIONE RISERVATA – © 2019 SHOWTECHIES

Foto di: MACKMYRA

11154 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *