McLAREN: INIZIA L’ERA DI ARTURA

Presentata la nuova vettura con propulsore a benzina V6 biturbo da 2.993 cc e motore elettrico a flusso assiale per una potenza combinata di 680 CV ed un peso di soli 1.498 kg.

McLaren Artura

Artura è una supercar ibrida che segna un rinnovo totale della gamma McLaren. Il modello è stato disegnato partendo da zero, non è l’evoluzione di altre piattaforme, ma un “distillato” del know-how maturato dalla casa di Woking in oltre mezzo secolo di esperienza nella costruzione di auto da corsa e da strada, come ha dichiarato Mike Flewitt, CEO del settore Automotive della società.

MCLaren Artura vista laterale

Le caratteristiche significative sono: ingegnerizzazione ultraleggera, potenza, agilità ed un innovativo motore elettrico.

La generazione McLaren del futuro si basa sulla piattaforma MCLA con monoscocca in alluminio superformato e fibra di carbonio. La struttura è ottimizzata per le inedite sospensioni posteriori (con braccio oscillante superiore, due collegamenti inferiori ed un tirante davanti al centro della ruota), il primo differenziale a controllo elettronico dell’azienda (E-Differential), la personalizzazione del Proactive Damping Control, l’avanzato sistema di assistenza alla guida (ADAS). I progettisti del Technology Center, vicino alla città industriale di Sheffield nel nord dell’Inghilterra. sono così riusciti a posizionare il motore con un angolo a V di 120° abbassando il baricentro.

Il cuore di Artura è il nuovo V6 biturbo da 2.993 cc di appena 160 kg di peso, con una potenza di 585 CV e 585 Nm di coppia. Il motore M630 è pensato per operare con un filtro antiparticolato per migliorare le prestazioni delle emissioni. La doppia propulsione prevede il motore elettrico compatto a flusso assiale capace di generare 95 CV e 225 Nm, con una densità di potenza per chilo superiore del 33% rispetto alla P1. La batteria da 7,4 kWh ha un’autonomia di 30 km in sola modalità elettrica.

Il “Torque infill” è la chiave per l’immediata risposta nell’accelerazione con l’Artura in grado di passare da a 0-100 km in soli 3,0 secondi, da 0-200 km in 8,3 secondi. I valori sono da confermare in attesa delle verifiche finali. La velocità massima è limitata a 330 km/h.

McLaren Artura design aerodinamico

Il linguaggio estetico della Artura è influenzato dall’aerodinamica che scolpisce le forme intorno alla struttura base. La tecnologia è al servizio della guida con controlli intuitivi e precisi abbinati all’eleganza nei dettagli dell’abitacolo ergonomicamente studiato per assicurare ampio spazio al conducente anche grazie al nuovo sedile Clubsport che combina un supporto avvolgente allo schienale mobile, disponibile con l’opzione Comfort.

McLaren Artura interni

L’infotainment e la connettività includono touchscreen HD da 8 pollici per configurare i principali comandi oltre al mirroring del proprio smartphone via Apple CarPlay® ed Android AutoTM.

Le app Track Telemetry e Variable Drift Control sono state aggiornate e la mappa di navigazione nel quadro strumenti si concentra sulle informazioni essenziali per ridurre al minimo le possibili distrazioni al guidatore.

McLaren Artura infotainment e connessioni

Hardware e software MIS II abilitano una serie di funzioni come l’Adaptive Cruise Control con Stop/Go, l’assistenza abbaglianti ed il riconoscimento della segnaletica stradale. L’Artura ha una chiave Bluetooth che rileva quando il conducente sta avvicinandosi alla vettura accendendo i vari sistemi per accogliere gli occupanti, compresa l’illuminazione ambientale nelle porte.

Le consegne ai clienti sono previste dal primo trimestre del 2021, con un prezzo che parte da 231.000 euro dell’allestimento standard . Le versioni disponibili sono la Performance, la TechLux e la Vision. La garanzia del veicolo dura cinque anni che salgono a 6 per la batteria ed a 10 per la carrozzeria.

RIPRODUZIONE RISERVATA – © 2021 SHOWTECHIES

Fotografie: McLAREN

64164 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

1 Response

  1. Sunburstfkm ha detto:

    Since the era of Charlemagne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *