MIRAI

Un bambino viaggia nel tempo per scoprire il proprio ruolo in famiglia. Un successo ai Festival di Cannes ed Annecy che in Italia si vedrà solo per tre giorni, dal 15 al 17 ottobre, al cinema.

Mirai e Kun

Kun-chan ha quattro anni e vive protetto dall’affetto di mamma e papà in una casa molto particolare, costruita dal padre architetto. La sua vita è sconvolta dall’arrivo di una sorellina. La neonata diventa il fulcro delle attività dei genitori e Kun fa i capricci per riportare l’attenzione su di lui.

Kun piange disperato

Non sapendo gestire la gelosia e la rabbia che prova, il piccolo si rifugia nel misterioso giardino dove inizia a viaggiare nel tempo incontrando sua madre ragazza, il nonno da giovane e sua sorella da adolescente. La futura Mirai (si gioca con la parola Mirai che significa futuro in giapponese) lo aiuta a crescere.

Locandina Mirai

Insieme affronteranno delle avventure che faranno comprendere a Kun il ruolo del fratello maggiore inserendolo nella storia della sua famiglia. Il lungometraggio non si esaurisce in un semplice racconto didascalico perché porta con sé la visione poetica dell’animazione giapponese in cui l’infanzia è descritta con una connaturata empatia.

Mirai stringe mano Kun

Il regista Mamoru Hosoda, cresciuto sotto la guida di Hayao Miyazaki ed autore de La ragazza che saltava nel tempo e Wolf Children, riprende una tematica famigliare adeguando anche il set-design alle esigenze della storia grazie al coinvolgimento dell’architetto Makoto Tanijiri.

Modello in scala casa Mirai

L’abitazione di Kun ha un design che si adatta alla collina dove è edificata con una distribuzione delle stanze su diversi piani fino al giardino con un unico albero.

Scale sezione casa famiglia Mirai

Tanijiri ha disegnato un progetto a sezioni per creare ambienti che cambiassero prospettiva dal punto di vista di un bambino e che piacesse al pubblico senza sorprendere con soluzioni troppo fantasiose.

Kun in moto

Mirai è stato realizzato con tecniche 2 e 3D ed ha conquistato gli spettatori alla Quinzaine des Réalizateurs, a Cannes ed al Festival d’Animazione di Annecy.

Nexo Digital utilizza una rete di sale cinematografiche digitalizzate in 2k, molte delle quali con connessione satellitare, proponendo un nuovo modello di distribuzione di film e proiezioni d’importanti eventi-live. Il programma dedicato alle anime parte con Mirai nelle sale di tutt’Italia solo per tre giorni dal 15 al 17 ottobre. A questo link trovate i cinema suddivisi per regione.

RIPRODUZIONE RISERVATA – ©2018 SHOWTECHIES
Foto di: NEXO DIGITAL – STUDIO CHIZU

 

5271 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *