MORI DIGITAL ART IN TOKYO

Una nuova attrazione debutta nell’isola artificiale di Odaiba con videoproiezioni che interagiscono con il visitatore.

Forest of Lamps al Mori Digital Art Museum

Il Mori Building Digital Art Museum realizzato con il contributo di teamLab è un luogo dove 50 installazioni occupano 10.000 metri quadrati suddivisi in cinque zone coperte da 470 proiettori e 520 computer.

Walk, Walk, Walk. Free Infinity

Luce, grafica e video si appropriano degli spazi dove i visitatori sono liberi di muoversi attivando alcune opere attraverso dei sensori di rilevamento presenza. La mancanza di elementi fisici di separazione fra gli ambienti permette una totale immersione nell’effettistica tipica dei concerti o delle trasmissioni televisive che acquisisce autorevolezza grazie alla location.

Museo Mori Tokyo proiezioni

Nella zona del Borderless World (Mondo senza confini) è possibile scalare rocce alla base di cascate digitali ammirando i mondi sommersi che la natura offre. Nella Casa da tè (Tea House) si può gustare il tradizionale infuso vedendo sbocciare un fiore all’interno della tazza fino a quando è presente la bevanda.

Memory of Topography

La Foresta Atletica (Athletics Forest) è pensata per sollecitare l’attività dell’ippocampo, ma una delle installazioni che riscuote più successo è la Foresta delle Lampade Risonanti (Forest of Resonating Lamps) dove centinaia di LED multicolori, appesi al soffitto, s’illuminano a partire dal punto in cui si trova un visitatore irraggiandosi verso l’esterno fino ad incrociare l’onda di luce provocata da un altro individuo. L’incontro si traduce in un cambio di colore su una frequenza che combina le due tonalità.

Forest Lamp al Mori Museum Digital Art

L’interazione diretta delle persone con l’arte digitale si fonda sul concetto di co-creazione o creatività collaborativa. Le trasparenze, le proiezioni con una prevalenza di verticalità, i giochi di luce richiamano l’attenzione concentrandola sull’emotività dell’osservatore che è aiutato dallo spazio neutrale in cui si sente immerso.

Thomas Zacharias, professore all’Accademia di Belle Arti di Monaco, ha scritto: “Un’opera d’arte zen non significa nulla: esiste. La forma è vuoto, il vuoto nient’altro che forma.” In questo vuoto/pieno i giapponesi sono abili a fondere le usanze passate con la modernità.

Mappa Museo Mori Digital Art a Tokyo

Il Mori Digital Art Museum è aperto da poco e sta riscuotendo un’enorme curiosità. E’ conveniente prenotare i biglietti per essere sicuri d’entrare dato che gli ingressi si esauriscono rapidamente.

Info:

Indirizzo: Palette Town, Odaiba  1-3-8 Aomi, Koto-ku, Tokyo.

Orari: Lunedì-Giovedì dalle 11.00 alle 19.00 (dal 21 giugno al 31 agosto il museo sarà aperto fino alle 21.00). Venerdì: dalle 11.00 alle 21.00 (22.00 in estate). Sabato dalle 10.00 alle 21.00 (22.00). Domenica dalle 10.00 alle 19.00 (20.00). Secondo e Quarto martedì del mese chiuso.

Ad agosto 2018 il museo rimane aperto tutto il mese tranne il 10 ed il 28 agosto, ma v’invitiamo a consultare il sito del Mori teamLab per aggiornamenti ed eventuali cambi di orari e giornate.

Sito web: https://www.teamlab.art/e/borderless/

RIPRODUZIONE RISERVATA – ©2018 SHOWTECHIES – Simona Braga

Foto: MORI DIGITAL ART MUSEUM – TEAMLAB

7635 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *