NISSAN GT-R50 BY ITALDESIGN

Sarà presentata il 12 luglio al Goodwood Festival of Speed di Chichester, in Gran Bretagna, l’esclusiva personalizzazione della GT-R50 da 900.000 euro.

Nissan GT-R50 di ItalDesign

La prima collaborazione fra Nissan ed ItalDesign ha portato alla creazione del prototipo GT-R50 che potrebbe dar vita ad una serie estremamente limitata dedicata ai 50 anni delle due aziende, celebrati nel 2018 dall’italiana mentre la giapponese festeggerà nel 2019.

Alfonso Albais, vice-presidente Nissan per il design, ha dichiarato che il festival della velocità inglese abbina potenza e creatività ed è l’occasione perfetta per mostrare il modello unico in grado di suscitare sensazione fra gli appassionati delle quattroruote.

Nissan GT-R50 vista laterale

L’artigianalità e lo stile made in Italy spiccano in questa reinterpretazione della GT-R Nismo che si caratterizza per la carrozzeria muscolosa e gli inserti dorati in Energetic Sigma Gold su grigio color Liquid Kinetic Gray.

Il motore dell’originale è stato potenziato con propulsore da 3.8 litri V6 VR38DETT da 720 CV e 780 Nm di coppia con impianto frenante Brembo.
Particolare tetto Nissan GT-R50

La carrozzeria ha una nervatura pronunciata sul cofano, fari LED dalla forma allungata, la tipica griglia a “lama di samurai” dietro le ruote anteriori ed un ampio spoiler posteriore sostenuto da due supporti rialzati. Gli interni hanno finiture in fibra di carbonio, con due differenti tonalità impiegate lungo la console centrale, la strumentazione e le linee delle portiere. I sedili neri sono in Alcantara e pelle italiana per una comodità raffinata con dettagli di lusso.

La società fondata da Giorgetto Giugiaro potrebbe produrre non più di 50 vetture ognuna delle quali personalizzata sui gusti dei fortunati possessori che dovranno pagare circa 900.000 euro per aggiudicarsi un’automobile degna di un anniversario.

RIPRODUZIONE RISERVATA – ©2018 SHOWTECHIES

Foto: ITALDESIGN – NISSAN

5527 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *