SALONE DEL LIBRO 2016

Visioni creative e tecnologiche per comunicare in maniera diretta con tutte le generazioni di lettori.

“I libri si debbono sfaldare nelle mani di chi li legge” diceva Pablo Neruda ed al Salone di Torino si vedono gli stand affollati di gente che cerca, sfoglia e compra libri in un’enorme esposizione dove si trova dal best-seller alla pubblicazione di nicchia.

Visioni 2016

Il tema di quest’anno, Visioni, ha allargato i confini portando all’attenzione del pubblico le sfide che ci attendono spiegate da persone che immaginano il futuro. Dal 12 al 16 maggio, il Lingotto Fiere ospita autori, critici, insegnanti, imprenditori e protagonisti dello spettacolo come Ligabue e Checco Zalone.

Lingotto Torino Salone 2016

La scuola è la rampa di lancio per sviluppare le proprie potenzialità ed avere una preparazione per gestirsi nella vita. L’innovazione nell’insegnamento nella matematica e nelle scienze è l’argomento affrontato in un incontro in cui la dottoressa Carmela Palumbo del MIUR (Ministero Istruzione Università e Ricerca) ha evidenziato come i contenuti richiedano che gli studenti siano in grado di confrontarsi a livello di Unione Europea. L’obiettivo è formare individui che mantengano un’alta capacità di creatività ed auto-imprenditorialità usando strumenti, teorie ed un corretto approccio al cambiamento.

iCub - IIT

Marino Golinelli fondatore dell’azienda Alfa Farmaceutici, oggi Alfa Sigma e filantropo, ha istituito una cittadella della conoscenza in un opificio trasformato per supportare i giovani in un mondo imprevedibile. Golinelli impressiona con la sua mentalità lucida ed analitica che non risparmia pacate osservazioni agli imprenditori nostrani colpevoli di non avere sensibilità nel sociale, proiettati nel breve periodo per una mancanza di cultura.

Marino Golinelli

La sua visione razionale nasce da Niels Bohr che gli ha aperto una porta sui problemi della fisica. Noi siamo delle sculture viventi e nel nostro cervello ci sono universi di sinapsi. Come persone siamo creatori del nostro futuro, ma bisogna comportarsi come se si fosse sempre di fronte a Dio ed alla domanda di Massimo Russo, condirettore de La Stampa, di cosa professasse come fede, ha risposto di sentirsi protestante calvinista.

Le sue non rimangono parole, ma sono fatti come l’accordo con il Ministro Stefania Giannini per una nuova scuola con mezzi che permettano ai giovani d’incontrarsi ed esercitarsi. L’educazione richiede sinergie ed è entusiasta quando racconta di una ragazzina di 11 anni che con una stampante 3D ha ideato una pubblicità o dei laboratori di robotica dove bambini di 6-7 anni costruiscono i loro automi.

Federico Vercellone, Marc Augè e Stefano Boeri

La cultura prende forma nelle città ed il Lingotto ha ospitato l’antropologo francese Marc Augé e l’architetto Stefano Boeri che hanno preso spunto dalla mostra dei diorami degli artisti Botto&Bruno, alla Fondazione Merz di Torino, per parlare delle periferie.

Diorama di Botto&Bruno - Fondazione Merz

Boeri ha messo in guardia come sia facile scivolare in una pericolosa semplificazione impiegando un termine così generico per descrivere aree di disagio e sofferenza. Il degrado oggi non è solo in zone con una comune distanza dal cuore storico antico, ad esempio a Milano esistono interventi di edilizia pubblica realizzati a qualche decina di metri da aree di maggiore valore come la Darsena. La proposta per distinguere la condizione urbana è quella di misurarne la densità ed insieme la varietà delle culture abitative. La diluizione di quest’intensità caratterizza un territorio problematico che non è più ai margini estremi.

La scienza si diffonde nel Salone ed è quasi impossibile riuscire a partecipare a tutti gli appuntamenti sulle applicazioni del futuro: dai nanorobot alla conquista dello spazio, dalla fisica quantistica alla biomimetica.

Ing. Eugenio Gatti - Sony DADC

Nella sezione dedicata ai professionisti si è affrontata la questione della protezione dei contenuti nell’editoria digitale. Sony DADC ha presentato una soluzione per tutelare l’HTML5, normalmente non difendibile, i file audio e video sfruttando l’esperienza maturata come fornitore di aziende di gaming, fra cui Ubisoft.

Luca Blengino

Per avvicinare i ragazzi alla lettura si possono scegliere scrittori che vivacizzino la storia con avventure e mistero come Luca Blengino, autore del racconto Il segreto di Castel Lupo che è diventato un libro digitale grazie alla piattaforma Active Book, sviluppata dalla società 3×1010 .

La visione globale parte da quando si è piccoli ed i bambini ricevono grande attenzione con laboratori dove la scienza diventa gioco spiegata con facilità da divulgatori preparati che fanno maneggiare strumenti per mostrare che la conoscenza non è relegata alla teoria, ma si applica quotidianamente.

Sulla nostre pagine Facebook e YouTube trovate un video con la sintesi degli incontri visti al Salone.

RIPRODUZIONE RISERVATA – © SHOWTECHIES – Simona Braga

Foto di:  FONDAZIONE MERZ – SALONE DEL LIBRO – SHOWTECHIES

2409 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *