SONY BVM-HX310

All’IBC di Amsterdam si sono viste numerose novità adeguate agli standard 4k e HDR fra cui spicca il monitor professionale BVM-HX310 Trimaster HX™ ideale sul set o per la post-produzione.

SONY BVM-HX310

La riproduzione dei colori permette di sfruttare al massimo i codec più performanti delle ultime camere. Come ci ha detto Valter Corda, durante la presentazione della Venice a Milano, Sony è da sempre impegnata nella ricerca della migliore trasmissione e visione dello spazio cromatico.

Diagrammi spazi colore

Il nuovo display BVM-HX310 è ottimale per la color-correction ed il grading grazie al supporto dei principali standard, fra cui: DCI‑P3, ITU‑R BT.2020, S‑Gamut3.cine e S‑Gamut3. La stessa Sony precisa però che il dispositivo non copre interamente il range ITU-R BT.2020, S-Gamut/S-Gamut3 e S-Gamut3.cine.

TRIMASTER HX SONY

Il pannello segna l’introduzione del marchio Trimaster HX. Lo schermo LCD ha una diagonale di 31,1 pollici, risoluzione 4k (4096 x 2160), aspect ratio 17 : 9 (1.89 : 1), luminosità di 1.000 nits con contrast ratio pari a 1.000.000:1 finalizzato alla visualizzazione di aree nere e picchi di luce.

Una video-camera converte la luce in un segnale video utilizzando l’Optical to Electrical Transfer Function (OETF) così come uno schermo riconverte il segnale video in luce attraverso l’Electrical to Optical Transfer Function (EOTF). SDR impiega una curva Gamma standard, mentre l’HDR usa la Perceptual Quantization (ST-2084) o la curva Hybrid Log-Gamma (HLG) specificata da BBC e NHK. La definizione dell’EOTF serve per visualizzare in modo corretto il contenuto finale.

SONY BVM-HX310 Trimaster HX

Il BVM-HX310 supporta l’Electro-Optical Transfer Function (EOTF) per HDR SMPTE ST.2084 e l’ ITU-R BT.2100 (HLG) usati prevalentemente in ambito televisivo e cinematografico, inoltre comprende HDR 2.4-S-Log2-S-Log3 e S-Log3 (Live HDR). Le informazioni trasmesse dal segnale SDI sono lette automaticamente settando il monitor in base alle impostazioni ricevute da camera, evitando di sbagliare nella concitazione di un live. E per semplificare ulteriormente la vita, il display ha un singolo cavo 12G-SDI e connessioni 3G-SDI, HD-SDI incluse Single Link/Dual Link e HDMI (HDCP2.3/1.4).

Attraverso il controller BKM-17R si possono caricare delle LUT (Look Up Table) customizzate direttamente da USB per un pre-grading dove paragonare gli effetti di LUT diverse schiacciando un semplice bottone. La modalità Quad View Display consente il confronto fino a quattro impostazioni: EOTF, spazio colore, transfer matrix e temperatura colore, contrasto, luminosità e chroma per vedere il girato originale e le possibili conversioni.

RIPRODUZIONE RISERVATA – © 2018 SHOWTECHIES

Foto di: SONY

3521 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *