SONY VENICE A MILANO

Presentata a Milano l’ultima CineAlta con 15 stop di latitudine, sensore full-frame 36 x 24mm, uno spazio colore senza precedenti per riprese 4k anamorfiche e 6k.

Sony Venice a Milano

Venice, ancora prima di essere distribuita, è già un successo per Sony e lo dimostrano i numerosi giornalisti ed operatori accorsi allo speciale evento organizzato allo Studio Digital di Milano.

Venice ha un sensore 24 x 36 mm (6048 x 4032) che registra un’immagine maggiore del Super35 per restituire, insieme al formato anamorfico, una resa tipica della pellicola. L’efficienza è massimizzata dal meccanismo che prevede la possibilità di sostituire il sensore ed altre caratteristiche che derivano dal know-how del brand giapponese.

Benito Mari Sony Italia

Benito Mari, Sales Manager Italia di Sony Professional Solutions Europe, ha evidenziato il legame con le origini del marchio CineAlta che nel 1999 inaugurò il 24p per le produzioni cinematografiche digitali.

Mari è anche presidente di HD Forum Italia, un’associazione che promuove la diffusione di contenuti in Alta ed Ultra Definizione. Le Olimpiadi di Tokyo saranno una vetrina per ulteriori sviluppi verso l’8k ed è interessante scoprire come Mari sottolinei l’utilità della risorsa per valorizzare nuove metodologie di narrazione. In questi due anni Sony e NHK (Nippon Hōsō Kyōkai, il servizio pubblico radiotelevisivo giapponese) stanno conducendo dei test per la produzione e la distribuzione delle Olimpiadi del 2020. La tecnologia a 8k può sembrare un concetto utopico non tanto per il numero dei pixel, ma per le problematiche connesse alla trasmissione ed alla visualizzazione di un segnale così impegnativo a fronte dei benefici per gli spettatori d’immagini grandissime e ricche di dettagli con piani focali molto uniformi.

Formati Sony Venice

Venice arriva in un momento d’intenso rinnovamento in cui i professionisti del settore partecipano attivamente con la loro esperienza sul campo. Durante la presentazione, si è visto lo short scritto e diretto da Joseph Kosinski, con la fotografia firmata Claudio Miranda che ha sottoposto la Venice a diversi stress: dalla polvere alle temperature del deserto, dalle inquadrature in pieno controluce con la camera puntata verso il sole, alle riprese aeree su un piccolo velivolo e la Venice si è dimostrata all’altezza di ogni situazione.

Valter Corda Product Specialist Sony

Valter Corda, Product Specialist di Sony Professional Solutions Europe, ha elencato i differenti fattori sui quali si è concentrata l’innovazione: anamorfico, 6k X-OCN a 16 bit e la latitudine di posa che permette di girare con scarsa luce. La facoltà del sensore di vedere 15 stop, dalle zone più scure fino agli estremi picchi luminosi , consente di fissare la sensibilità a 500 ISO ed esalta l’HDR.

La scienza colore della Venice è stata completamente riscritta. Lo spazio cromatico va oltre il visibile, superando persino il diagramma del BT.2020 del 4k. L’ampiezza del segnale amplia le potenzialità in post-produzione, preservando maggiori informazioni soprattutto se si lavora in RAW. Attualmente però non c’è ancora nessun monitor in grado di visualizzare tutto il suo spazio colore e neanche quello del BT.2020.

Il colorist Lorenzo Ameri alla Console

Sony sta collaborando con altri produttori per garantire il massimo della compatibilità nel flusso lavoro, dall’editing alla copia delle schede memorie oltre a mettere a disposizione un simulatore del menu della camera per dare l’opportunità agli operatori di familiarizzare con i vari comandi. La versione 2.0 del firmware includerà full-frame con risoluzione 6k 3:2 a 25p e la funzione “Color False“.

La modularità preannuncia aggiornamenti anche in relazione alle richieste provenienti dal mercato perché questo modello è stato ideato ascoltando le necessità dei direttori della fotografia. Una delle prossime release riguarda la sensibilità che permetterà di scegliere fra due ISO: l’attuale 500 ed il futuro 2500 ai quali abbinare i filtri ND con meccanismo servocontrollato.

Gianfranco Penocchio, Sales Manager di Sony, è soddisfatto di come è stata accolta la macchina in Italia dove si stanno iniziando a consegnare le prime prenotazioni.

Sulla nostra pagina Facebook e su YouTube trovate il video delle funzionalità della Sony Venice. Per maggiori dettagli sulla camera potete consultare l’articolo Sony Venice.

RIPRODUZIONE RISERVATA – ©2018 SHOWTECHIES – Simona Braga

Foto di: Simona Braga per ShowTechies

1902 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *