STAR WARS VII: IL RISVEGLIO DEGLI EFFETTI SPECIALI

Debutta nelle sale italiane il settimo episodio della saga che ha innovato gli effetti cinematografici. 

Dopo mesi di anticipazioni è finalmente ora di dare spazio alla proiezione di “Star Wars: Il Risveglio della Forza”, il sequel di un fenomeno culturale che ha influenzato la storia del cinema. E pensare che la leggenda vuole che nel 1977 Brian de Palma avesse detto a George Lucas che “era la peggior pellicola mai vista”. Solo Steven Spielberg intuì il potenziale predicendo guadagni milionari. E così fu.

Acrobazie aeree

Lucas in realtà voleva portare sullo schermo Flash Gordon, ma non riuscendo a comprare i diritti, scrisse il copione di una saga stellare, rifiutata da United Artists e Universal Picture, ma accettata dalla 20th Century Fox. Il geniale fondatore della Industrial Light and Magic si proponeva di riprodurre i combattimenti aerei della seconda Guerra Mondiale con navi spaziali assemblate con pezzi di camion, trattori ed un vecchio Ford Galaxy 500.

Costruzione astronavi

Lucas riunì a Los Angeles un gruppo di giovani ingegneri, programmatori e disegnatori che lavorando senza orari crearono un universo spettacolare. Il supervisore degli effetti speciali John Dykstra comprese che il maggior problema sarebbero state le inquadrature troppo statiche e lontane dal punto focale dell’azione e progettò la Dykstraflex, una camera con controllo di movimento, su assi differenti, posizionata nel cuore delle scene con delle gru.

Panavision Camera

Il cameraman Andrew Bikichky ha postato sul suo profilo Twitter due fotografie delle cineprese Panavision utilizzate ne “Il Risveglio della Forza” girato su pellicola Kodak Vision a 35mm. Una Panaflex XL è stata soprannominata “Death Star” mentre l’altra è stata ribattezzata “Millennium Falcon”. In alcune sequenze si è usato un negativo IMAX a 70mm.

Yoda

Grande mistero ha protetto la trama, ma fin dall’inizio Kathleen Kennedy, produttrice e co-direttrice della Lucasfilm, ha rivelato l’intenzione di ritornare al look dei primi film con location reali ed effetti speciali più che creature digitali che non hanno conquistato la simpatia dei fan. Le riprese si sono svolte in Irlanda, ad Abu Dhabi, in Islanda, nei Pinewood Studios fuori Londra e nella vicina ex base militare dell’aviazione inglese a Greenham Common.

Harrison Ford Han Solo

L’attenzione verso le preferenze del pubblico ha decretato il rientro di personaggi storici come Han Solo, Harrison Ford e della principessa Leia interpretata da Carrie Fisher circondati da modelli in miniatura e robot come gli indimenticabili R2D2 e C-3PO.

R2D2

Quest’anno debutta il droide BB-8 disegnato dal regista J.J. Abrams con due cerchi come corpo e testa. I concept designer Christian Alzmann e Jake Lunt Davies hanno poi sviluppato la creatura con il capo semisferico che si sposta per aggiungere credibilità e comunicare emozioni.

Droide BB-8

Joshua Lee, senior designer di Scanlan Studio, ha dato vita alla versione animatronica, termine coniato all’inizio degli anni ’60 dalla Walt Disney Imagineering per descrivere le attrazioni manovrabili nei parchi giochi. Il movimento omni-direzionale olonomico permette un’incredibile affidabilità assicurata da ruote stabilizzatrici e sensori come giroscopi ed accelerometri che registrano posizioni e dinamiche. L’elettronica consente il controllo a distanza della “palletta rotante” che sfreccia nelle inquadrature e persino sul palco di Anaheim in California, durante un evento dedicato al film lo scorso aprile, dove ha dimostrato di essere reale.

BB-8 sul palco ad Anaheim in California

Il maestro della motion captureAndy Serkis, interpreta il Supremo Leader Snoke ed ha insegnato i trucchi a Lupita Nyong’o, vincitrice dell’Oscar per la migliore attrice non protagonista nel 2014 per “12 Anni Schiavo”. La Nyong’o si nasconde dietro uno dei nuovi personaggi CGI: la piratessa millenaria Maz Kanata i cui occhi velano un misterioso potere.

Giocattolo BB-8

Gli analisti del settore prospettano guadagni astronomici che potrebbero piazzare la saga al primo posto nella classifica degli incassi e confermare il valore dell’investimento di Disney quando ha comprato la creazione di George Lucas. Senza contare il merchandising con articoli di design, modellismo, camicette e giocattoli come BB-8 che è già uno dei regali più ricercati su Amazon per questo Natale.

Che la forza sia con voi!

RIPRODUZIONE RISERVATA © SHOWTECHIES

Foto di: DISNEY – LUCASFILM

12304 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *