UN VIOLONCELLO ELETTROACUSTICO PER JOKER

La musicista Hildur Guðnadóttir si è aggiudicata il premio dell’Academy per la miglior colonna sonora del film Joker dove si ascolta uno strano strumento creato da Halldór Úlfarsson.

Halldorophone

Halldorophone di Halldór Úlfarsson

La Finlandia è la terra di Alvar Aalto, architetto, urbanista e designer che ha recuperato il rapporto dei materiali con il luogo di provenienza. Un pensiero condiviso dal famoso creatore di chitarre Kari Nieminen che ha fatto da supervisore ad un workshop organizzato, oltre 10 anni fa, all’Università di Arte e Design di Helsinki.

Halldór Úlfarsson, islandese di nascita, ricorda con gratitudine le lezioni ricevute nei sei mesi di specializzazione ed il finanziamento della Fondazione Culturale Finlandese che gli hanno permesso d’inventare un nuovo strumento chiamato Halldorophone.

Lo studio della lavorazione dei metalli e del legno gli ha consentito di finalizzare il progetto dalle linee particolari dove si riconosce la forma base di un violoncello. Questo particolare strumento è molto apprezzato dalla musicista Hildur Guðnadóttir che ha aiutato Halldór nella fase di sviluppo per poi usarlo in anteprima durante un concerto al Barbican Theatre di Londra.

Halldorophone di Halldór Úlfarsson The Sisters

Esistono solo 5 Halldorophone completi, ma forse Halldór ne perfezionerà altri dato il successo che stanno riscuotendo. Hildur ha vinto un riconoscimento dalla tv islandese per le musiche del film The Oath – Il giuramento. Nel 2016 il compositore Jóhann Jóhannson ha collaborato con il regista Denis Villeneuve per il film fantascientifico Arrival nominato per numerosi premi, fra cui BAFTAGolden Globe. La consacrazione arriva quest’anno con la vittoria di Hildur Guðnadóttir agli Oscar per la miglior colonna sonora del film Joker.

Il legno e la liuteria stanno recuperando popolarità anche in Italia, patria di nomi leggendari come Amati, Guarneri e Stradivari. Le tecniche artigianali ed i vecchi saperi possono essere fonte d’interessanti rivisitazioni nell’impossibilità di ricreare la magia di un autentico Stradivari.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA – © 2020 SHOWTECHIES

Foto di:  Halldór Úlfarsson

16088 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *