TUNNEL-LIBRI: IL 3D SU CARTA

Il Victoria & Albert Museum di Londra ha acquisito la maggiore collezione al mondo di tunnel-libri creati nel XIX e nel XX secolo.

La grafica 3D non è un’invenzione recente legata alla realtà virtuale dato che le pitture trompe-l’oeil ed i diorama introducevano l’illusione di una prospettiva in rilievo. Un’altra forma artistica che ha sfruttato le tecniche 3D sono i libri interattivi con i pop-up dove una scena ritagliata si solleva verticalmente fra due pagine ed i tunnel-book (detti anche peepshow book) in cui un insieme di fogli, tenuti da una copertina a fisarmonica, si apre in successione rivelando un fondale tridimensionale visibile da un foro circolare nella prima pagina.

Foro nella copertina frontale di un tunnel-book

Questo tipo di rappresentazione ispirata al teatro cominciò a diffondersi nel 18° secolo per commemorare eventi importanti come l’apertura del Canale di Suez e la galleria sotto il Tamigi. Le prime riproduzioni fatte con carta e tessuti erano un passatempo venduto come souvenir ad adulti e bambini.

Tunnel Book dedicato galleria Tamigi

La più ricca collezione di peepshow con oltre 360 esemplari, creata in trent’anni di paziente ricerca da Jacqueline e Jonathan Gestetner, sarà esposta nella National Art Library del Victoria & Albert Museum di Londra in seguito ad un’iniziativa volta ad incoraggiare i lasciti alle istituzioni culturali pubbliche.

Esilio di Napoleone a Sant’Elena

I soggetti raffigurati includono diversi episodi storici fra cui l’incoronazione della Regina Vittoria, l’invasione di Mosca nel 1812 da parte di Napoleone ed il suo esilio a Sant’Elena, ma anche illustrazioni di racconti come la discesa di Alice nella tana del coniglio ed edifici famosi tra i quali spicca la ricostruzione, eseguita nel 1851 in Germania, degli interni del Palazzo di Cristallo di Londra. La raccolta comprende inoltre un’opera datata 1825 dell’artista austriaco H.F. Müller dove si può ammirare il giardino di una casa di campagna.

Interni Palazzo di Cristallo

Le dimensioni variano da una scatola di fiammiferi a due metri di lunghezza ed i modelli sono realizzati a mano o stampati. La fragilità dei materiali ed il modesto valore economico rendono preziose le testimonianze conservate dal V&A che magari potrà affidarsi alla digitalizzazione per salvaguardare gli originali ed offrire contenuti 3D per visori di ultima generazione. Su Amazon si trova il libro scritto dallo storico Ralph Hyde con curiosità relative alla collezione Gestetner.

RIPRODUZIONE RISERVATA © SHOWTECHIES

Foto di: VICTORIA & ALBERT MUSEUM (Fotografo: DENNIS CROMPTON)

2276 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *