AGORA – ARCHITECTURE2020

Un’immagine del Golden Bridge in Vietnam è stata scelta come Migliore Fotografia d’Architettura fra oltre 10.000 scatti. 

Golden Bridge foto di Tran Tuan Viet

Agora è una società con sede a Barcellona che ha creato una app per consentire ai fotografi di mostrare i loro lavori partecipando a concorsi con premi in denaro. Le competizioni si focalizzano su diversi temi e l’intera community ha il diritto di votare le preferenze.

Recentemente è stato reso noto il vincitore di Architecture2020. Lo scatto di Tran Tuan Viet ha come protagonista il cosiddetto Golden Bridge (ponte dorato), una passerella pedonale situata nel parco di divertimenti di Bà Nà Hills, a Da Nang, in Vietnam.

La struttura lunga 150 metri è stata disegnata da TA Landscape Architecture ed è caratterizzata da due scenografiche mani a rappresentare la divinità che sorregge un nastro dorato sospeso sul paesaggio. Il progetto, iniziato nel 2017 ed inaugurato a giugno 2018, ha semplificato il collegamento fra la funivia ed i giardini fornendo allo stesso tempo una vista sulla vallata.

Le due mani, alte circa 23,8 metri con una larghezza di 12,8, nascondono due degli 8 sostegni in acciaio e fibra di vetro di colore oro e verde che si fondono con la foresta circostante. Le mani riproducono l’aspetto di un vecchio monumento con la tinta segnata da venature causate dall’azione degli agenti atmosferici.

Mani e pilastri del Golden Bridge in Vietnam

L’opera è stata inserita nel contesto ambientale preservando il più possibile le rocce presenti. Accurate simulazioni al computer hanno permesso di sperimentare numerose soluzioni fino ad ottenere quella che minimizzava i problemi assicurando ai visitatori un colpo d’occhio di sicuro effetto. Ogni dettaglio è stato considerato, compresa la tipologia delle doghe di legno e la pianta, la Lobelia dai fiori azzurri a grappolo, seminata tutt’intorno.

RIPRODUZIONE RISERVATA – ©2020 SHOWTECHIES

Immagini di: AGORA Tran Tuan Viet – SUN GROUP

21673 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *