IL DESIGN SBARCA SU MARTE

Lo studio Abiboo ha progettato insediamenti per ospitare un milione di esseri umani sul pianeta rosso.

Abiboo Nüwa City Marte

Nüwa è una pianificazione urbana ideata nell’ambito di una competizione organizzata dalla Mars Society e coordinata dal network SONet che riunisce un gruppo di scienziati ed accademici guidati dall’astrofisico Guillem Anglada-Escudé, scopritore dell’esopianeta Proxima Centauri b.

Insediamenti su Marte

Il programma comprende cinque città con Nüwa come capitale. Ogni centro accoglierà fra le 200.000 e le 250.000 persone seguendo la stessa strategia costruttiva. Abalos City sarà al Polo Nord per beneficiare della vicinanza al ghiaccio, mentre Marineris City s’inserirà nel maggior canyon del sistema solare.

Il design è pensato per rispondere alla principale sfida: la definizione di strutture capaci di garantire un ambiente autosufficiente adeguato alle esigenze umane e ad altre forme di vita organica considerando l’intero ciclo di supporto, come cibo, aria ed acqua.

Abiboo finestre pod a Nüwa

Nüwa si sviluppa su un lato di una zona montuosa e deve il nome alla divinità cinese che unì cinque pietre colorate per ridare robusti pilastri alla società.

Il team di Abiboo ha optato per una città verticale per resistere alle sfavorevoli condizioni del pianeta. L’architetto Alfredo Muñoz ha spiegato che ispirarsi ai criteri validi sulla Terra avrebbe fatto esplodere le costruzioni a causa della pressione, inoltre bisogna proteggere gli abitanti dal potenziale impatto con meteoriti, ma anche evitare l’esposizione diretta alle radiazioni solari e gamma.

Nüwa protezione radiazioni ambiente interno

I macro-edifici saranno scavati nella roccia ed una rete di tunnel collegherà i moduli residenziali a quelli sociali e lavorativi.

Moduli tubolari per la città marziana Nüwa Abiboo

La configurazione tubolare, a due piani, ha un diametro di 10 metri per 60 metri di lunghezza con una vasta scelta di ricombinazioni in base alla destinazione partendo dalla standardizzazione che riduce la difficoltà ed i costi.

Modulo agricolo Nüwa

Tutti i blocchi hanno aree verdi con giardini, spazi dedicati all’arte e zone chiamate “Snow-dome” per dissipare il calore e pulire l’aria. Per creare un legame emozionale con la Terra, gli architetti hanno previsto due tipi di “Green-Dome“, nei primi è consentita l’entrata alle persone come nei parchi, mentre le coltivazioni sperimentali in atmosfera arricchita da CO2 non sono accessibili agli uomini per l’aria non respirabile. Gli esperti hanno preferito culture idroponiche di alghe e carne cellulare che occupano minori superfici e richiedono meno acqua.

Nüwa pavillion comune dedicato al benessere

Ai piedi del rilievo montuoso, ampi settori sono riservati all’interazione sociale con rivestimenti in pelle traslucida e grandi coperture protettive per permettere la visione del panorama circostante. Il materiale scavato ricoprirà i tetti come ulteriore schermo garantendo un riciclo su larga scala.

Alfredo Muñoz

Abiboo è un pluripremiato studio fondato nel 2010 da Alfredo Muñoz riconosciuto come una delle personalità maggiormente influenti in Spagna ed in Europa. Il gruppo di lavoro con sedi in Spagna, Stati Uniti ed India segue dalle macro pianificazioni di un insediamento urbano alle strutture temporanee, con una particolare specializzazione nel tradurre necessità complesse in soluzioni pratiche ed economicamente sostenibili.

RIPRODUZIONE RISERVATA – © 2021 SHOWTECHIES

Immagini: ABIBOO

22282 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *