SCUOLA DI VELA CON LA HERO9

Andare a vela regala un senso di libertà e di connessione con il mare che abbiamo cercato di cogliere con inquadrature stabilizzate e dettagli resi possibili dall’ultimo modello GoPro.

Scuola di Vela con la Hero9

Edoardo Novaro prodiere

L’Italia ha scoperto la vela con il Moro di Venezia e Luna Rossa che è ritornata ad essere protagonista vincendo la Prada Cup. Il successo contro il team inglese Ineos, battuto 7-1, apre le porte alla finale dell’America’s Cup con la sfida a New Zealand, dal 6 al 15 marzo 2021 nelle acque di Hauraki.

Luigi Rognoni

Luigi Rognoni è un velista Campione del Mondo nella classe X-35 (2009 e 2010) e tre volte Oscar dello Sport del Comitato Olimpico Italiano. Manager e sportivo, Luigi è anche istruttore di vela presso il Club Nautico di San Bartolomeo al Mare, in provincia d’Imperia, dove trasmette la sua esperienza a bambini e ragazzi in corsi di avviamento e perfezionamento.

“I week-end sono un’occasione per la squadra giovanile di fare attività sulle imbarcazioni della classe RS-Feva. L’età dei partecipanti va dai 13 ai 15 anni, una fascia delicata che ha risentito delle limitazioni alla mobilità del lockdown totale.

La Coppa America mostra come il settore sia all’avanguardia. Una delle caratteristiche principali della vela è la versatilità. Si parte dalle barche tendenzialmente semplici per evolvere verso modelli tecnologicamente avanzati nelle diverse componenti, compresi i materiali.”

Porto di San Bartolomeo al Mare con vista di Cervo

Ivan Bastini è un avvocato torinese, appassionato di vela, recentemente nominato Presidente del Circolo Nautico di San Bartolomeo, località che si affaccia sul golfo dianese con vista di uno dei borghi più belli d’Italia, Cervo Ligure.

Ivan Bastini Presidente Club Nautico San Bartolomeo al Mare

Ivan sottolinea come l’associazione abbia la finalità della pratica sportiva delle discipline nautiche, in particolare della vela, ma anche la diffusione della cultura marinaresca e la tutela dell’ambiente marino e costiero.

Componenti equipaggio scuola vela

Melissa Cassiano, Edoardo Bastini, Federico Rossi (detto il Nonno)

“La vela è un ambiente sano che aiuta a misurarsi con se stessi, con le proprie capacità ed aspettative. Il mare è un elemento non dominabile, bisogna sapere fino a dove ci si può spingere.

Equipaggio RS Feva Club Nautico San Bartolomeo al Mare

Enrico Simone Ganzaroli, Edoardo e Federico Bastini, Matteo Carissoni

L’obiettivo dell’attività agonistica del Club Nautico non è solo arrivare davanti alle altre barche, ma fare in modo che i giovani crescano con dei valori. E’ un traguardo ambizioso. Non siamo i soli ad influenzare i nostri ragazzi, ma abbiamo l’opportunità di partecipare ad un momento della loro vita e la vela insegna come l’inclusione e la concordia all’interno di un gruppo siano fondamentali.”

Enrico Solaro Direttore Sportivo Club Nautico San Bartolomeo

Il Direttore Sportivo, Enrico Solaro, ci anticipa le date del prossimo calendario di gare che dovrebbe cominciare con la Classe Optimist, il 24 e 25 aprile. A giugno ci sarà la regata riservata ai Dinghy 12 piedi e due memorial dedicati a soci scomparsi: “Beppe Girola” a luglio e “Ghigliazza-Musso” ad inizio agosto. Date ed eventi sono da confermare.

Bastini e Novaro su RS Feva con Gennaker

Federico Bastini timoniere ed Edoardo Novaro prodiere

Una giornata di corso, sabato 6 febbraio 2021, è stata l’occasione per provare la GoPro Hero9, l’ultima uscita del marchio che ha reso famose le action cam.

GoPro Hero9

Le condizioni meteo erano ideali per uno stress test: cielo coperto, vento, sole all’improvviso, una varietà di temperature colore nel giro di 30 minuti da mettere a dura prova il match e gli automatismi di messa a fuoco.

La GoPro è stata fissata ad una barca esposta a raffiche di vento e scuffie (i ribaltamenti delle imbarcazioni, ndr). Dopo due ore in mare, con un cambio di batteria, possiamo dire che l’impermeabilità e la resistenza, inclusi gli accessori per il montaggio, sono ottime.

Le impostazioni dei video sono state: Cinematica 5k a 25 fps e 4k 50 fps lineare con allineamento all’orizzonte, hypersmooth, alta nitidezza. Per un confronto con i modelli precedenti, è stato scelto il tipico colore GoPro, non l’opzione flat che avrebbe permesso più possibilità d’intervento nella color correction. Il video dimostra il balzo in avanti nella stabilizzazione ottenuta anche grazie al 5k che consente un maggiore ritaglio.

I neri e le ombre sono molto saturi, ma reggono una normalizzazione in post.

Il problema vero della GoPro Hero9, oltre al prezzo già ribassato rispetto all’uscita, sono i codec e la compatibilità di lettura dei formati.

I software professionali per la gestione di video ed immagini sono attualizzati, ma chi non li ha? Una volta GoPro distribuiva gratuitamente il programma GoPro Studio che ora non è più aggiornato dalla casa madre. Esiste una versione light online (GoPro Quik) e le app per smartphone su Apple e Google Store. L’applicazione GoPro Player è compatibile solo a partire da OS X 10.14.

Non è pratico fare un video editing su smartphone ed è frustrante non visualizzare in anteprima tutto il girato perché alcuni formati di specifiche impostazioni non sono ancora aggiornati nelle app, inclusa quella di Android al momento dell’elaborazione di questo test. Il produttore potrebbe semplicemente fornire driver e codec o ancora più banalmente ripristinare GoPro Studio, a meno di non accontentarsi di un video montandolo automaticamente con le app.

Una delle componenti tecniche del successo della telecamerina è stata l’adozione del Cineform codec sviluppato da David Newman, David Taylor e Brian Schunck, acquisito da GoPro nel 2011 e diventato open source alla fine del 2017. Cineform codec semplifica l’utilizzo della memoria del computer evitando ripetute perdite d’informazioni nelle importazioni e nell’editing. Questo per spiegare le potenzialità del sistema.

In sintesi: la Hero9 è da 10 in hypersmooth, slow-mo, robustezza ed impermeabilità. L’autonomia della batteria, riducendo le funzionalità non essenziali, è buona, ma GoPro complica la vita nella gestione dei formati su computer.

Non perdetevi la giornata di vela con Luigi Rognoni ed i ragazzi del Club Nautico di San Bartolomeo al Mare sulla nostra pagina Fb e su YouTube.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA – © 2021 SHOWTECHIES – Si ringrazia per la disponibilità il Club Nautico di San Bartolomeo al mare ed i ragazzi degli equipaggi che hanno partecipato con grande entusiasmo: Edoardo e Federico Bastini,
Matteo Carissoni, Melissa Cassiano, Enrico Simone Ganzaroli, Edoardo Novaro, Gaia Passetti, Federico Rossi (detto il Nonno)

Fotografie/Video: Simona Braga. E’ vietata la riproduzione senza autorizzazione scritta. Le immagini in alta risoluzione possono essere richieste alla redazione.

I test sono condotti in modo indipendente senza ricevere incentivi.

55639 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

2 Responses

  1. Matteo ha detto:

    io l’ho messa sulla mia moto ma il risultato è diverso. Ho usato finalcut, lei quale progrmma usa?
    Ho fatto delle superphoto e non sono riuscito a vederle sulla gopro e neanche con iphone, la jpeg è deludente, sono io che sbaglio o sono così e bisogna lavorarle con qualche app? La foto del ragazzo in barca è una “superphoto”?

    • ShowTechies ha detto:

      Buongiorno Matteo, non è una “superphoto”, ma un frame estratto dal video. Per rispondere a lei ed alle altre richieste di maggiori informazioni, faremo uscire un articolo di approfondimento sull’ultima GoPro. Stay tuned…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *