CANON SUMIRE

Una nuova gamma di sette obiettivi professionali a focale fissa molto luminosi per Full-Frame, Super 35, APS-H, APS-C.

Canon lenti Sumire

Sumire significa viola in giapponese a sintetizzare la ricerca Canon di lenti per un look contemporaneo, con iris a 11 lame che si aprono come la corolla di un fiore. Il numero dispari genera un bokeh graduale sopprimendo la riflessione di raggi opposti con un aumento della diffusione.

Il disegno dell’ottica è ottimizzato per luminose riprese professionali grazie ad un diametro che permette di girare con poca luce ed estendere il controllo della profondità di campo.

I tecnici Canon si sono concentrati sulla resa della texture dei volti nei primi piani con un continuo confronto con direttori della fotografia e registi per valorizzare le sfumature delle espressioni nel cinema e nella televisione. Il risultato estetico è improntato alla morbidezza, ma è consigliabile eseguire un test comparativo con le ottiche Cine per capire le differenze.

Il controllo è preciso con rotazione di 300 gradi e limitazione del focus breathing per bilanciare la diversa prospettiva (angolo di campo) che si produce, a volte, quando si modifica il fuoco. Gli indicatori hanno segni fosforescenti per essere visti anche in condizioni di scarsa luce.

L’elenco delle focali comprende:

CN-E14mm T3.1 FP X

CN-E20mm T1.5 FP X

CN-E24mm T1.5 FP X

CN-E35mm T1.5 FP X

CN-E50mm T1.3 FP X

CN-E85mm T1.3 FP X

CN-E135mm T2.2 FP X

Pensati per la EOS C700 FF, gli obiettivi hanno attacco PL modificabile in EF. La gamma tonale è ereditata dalla serie Canon Cine per variare comodamente il prodotto senza intaccare l’uniformità del colore, inoltre le lenti hanno lo stesso diametro frontale (114mm), in modo da evitare perdite di tempo con gli accessori nel cambio.

Le prime lenti ad essere distribuite saranno la 24, la 35 e la 50, mentre le altre usciranno entro gennaio 2020.

Le Sumire si vedranno al NAB 2019. Pronti per le novità nel broadcast?

RIPRODUZIONE RISERVATA – ©2019 SHOWTECHIES
Foto di: CANON

8401 Persone hanno letto questo articolo

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *